fbpx
eSports calcioFonte Immagine:: Sito ufficiale della Lega Serie A

Negli ultimi anni, nel mondo del calcio, si sta facendo strada un affascinante fenomeno sempre più in crescita: stiamo ovviamente parlando degli eSports. Un’attività, per quei pochissimi che non ancora la conoscono, riguardante il gaming competitivo, riferito non solo ai giochi di calcio, ma anche ad altre categorie di videogames. In Italia, tutte le società di Serie A, sostanzialmente, hanno ormai un proprio team di eSports, con il quale competono in tornei ufficiali di Fifa e PES, i due più celebri videogiochi calcistici a livello globale.

La competizione più importante, a livello nazionale, è sicuramente la eSerie A, che prevede il coinvolgimento di tutti i club della massima serie nostrana. Un evento nato precisamente lo scorso anno, attraverso una collaborazione tra EA Sports, Konami e la Lega Serie A, e che sta riscuotendo davvero molto successo. Una delle peculiarità principali di questa competizione, infatti, è che qualsiasi appassionato di videogiochi calcistici può liberamente partecipare alle qualificazioni. Alla fine, però, solo i 32 migliori player potranno essere ingaggiati dai club di Serie A, per partecipare alla fase finale.

Il tutto si svolge in esclusiva sulla console Playstation, grazie ad una partnership molto importante sottoscritta con la Sony. Nei giorni scorsi, in tal senso, è stato persino annunciato che la prossima edizione della Supercoppa Italiana si chiamerà, per l’appunto, Supercoppa PS5, a testimonianza di un rapporto sempre più consolidato tra le due parti.

Gli eSports diventeranno un prodotto competitivo anche in TV?

Solo in Italia si contano circa 1,4 milioni di appassionati di eSports e di gaming, la maggior parte di età compresa tra 18 e 34 anni. Questa vera e propria esplosione di tale fenomeno, tra l’altro, non è passata di certo inosservata anche agli occhi dei media. Tant’è vero che le principali competizioni di eSports, anche a livello mondiale, sono state trasmesse da diversi canali sportivi italiani (Sky e FoxSport principalmente), ottenendo anche un discreto riscontro. Recentemente, inoltre, NOW TV ha avuto modo di stringere un’importante partnership con QLASH House, la principale realtà italiana del gaming competitivo, diventando sponsor principale del team.

Al momento la piattaforma utilizzata dai gamer per trasmettere i propri tornei, e per interagire con gli appassionati, è Twitch. Ma questo non vuol dire che in un futuro quanto mai prossimo, gli eSports non riescano anche ad affermarsi come un importante prodotto televisivo a tutti gli effetti. Le potenzialità, indubbiamente, sono tantissime e con l’arrivo delle console di nuova generazione, l’investimento delle società di Serie A (e non solo) ed il coinvolgimento di sempre più appassionati, si può solo prevedere un’ulteriore crescita esponenziale del fenomeno eSports nei prossimi anni.