fbpx
futsal

Questa mattina si è svolta, presso il Comune di Montesilvano, la conferenza stampa di presentazione dell’Europeo di futsal sordi, che prenderà il via, ufficialmente, il prossimo 13 ottobre. La località abruzzese si appresta, dunque, ad accogliere i numerosi atleti provenienti da tutta Europa, che si affronteranno per aggiudicarsi il titolo di campione continentale, maschile e femminile, di questa disciplina.

E a Montesilvano è praticamente tutto pronto per dare il via ai Campionati Europei di futsal, che vedrà la partecipazione di 16 squadre maschili e 10 femminili, in rappresentanza di ben 20 nazioni. Si tratta della più importante manifestazione sportiva europea riservata ad atleti sordi, sono ben 600 i partecipanti che accenderanno le loro sfide in contemporanea fra Montesilvano, Città Sant’Angelo e Pescara. Una manifestazione fortemente voluta dal Comune di Montesilvano, nella persona del suo sindaco, Ottavio De Martinis. Un evento organizzato grazie anche alla collaborazione tra la Federazione, gli sponsor che sostengono l’Italia e la Lega nazionale dilettanti, Divisione calcio a cinque, che permetterà di avere a Montesilvano la troupe di Sky per gli highlights delle partite.

Il presidente del comitato organizzatore, Alessandro Bernardini è carico, pronto ad aprire la manifestazione: “Da grande sostenitore di sport in generale, non posso che essere orgoglioso di essere il presidente dell’organizzazione. Il futsal, nel mondo dei sordi, è una disciplina molto seguita e le squadre sono di alto livello. Ringrazio tutte le istituzioni che hanno permesso di allestire questo grande evento a cui parteciperanno centinaia di atleti”.

Regna molta attesa sulle due Nazionali azzurre. La maschile, reduce dal bronzo degli ultimi Europei ha cambiato tutto lo staff a pochi mesi dalla kermesse affidando la panchina a una vera gloria del calcio a 5 azzurro, Dino Scaglione, che ha portato la fascia di capitano al braccio per vent’anni e successivamente aveva ricoperto il ruolo di vice allenatore: “Ho accettato con piacere questa responsabilità – dice il nuovo mister -, anche se abbiamo potuto fare solo due raduni nei quali valutare meglio i giovani reclutati di recente, che dovranno trovare il miglior amalgama coi veterani che hanno ancora tanto da dare. A livello tattico l’Italia è una delle migliori, ma dobbiamo crescere fisicamente perché il livello delle altre è molto competitivo e occorre essere più strutturati per farci trovare pronti”. Scaglione, che ricopre anche il ruolo di Dt, avrà al fianco come coordinatore tecnico Luca Aquilino, che rientra in Fssi a distanza di quattro anni dopo l’esperienza nel calcio a 11: “Giocando in casa le aspettative su di noi creano un po’ di pressione, ma le potenzialità sono buone e i ragazzi sono animati da forti motivazioni; stiamo aumentando regole e disciplina per creare un gruppo ancora più compatto”.

L’Italia, inserita nel girone con Slovacchia, Croazia e Belgio, debutterà contro gli slovacchi il 13 ottobre alle 20.30, al termine della cerimonia di apertura.

Anche la Nazionale femminile arriva a questi Europei con buone speranze di fare bella figura. Inserita nel girone con Svizzera e Svezia, esordirà il 15 ottobre alle 12,45 con le elvetiche. Tanti i volti nuovi inseriti nella formazione.

Entrambe le partite si disputeranno al Palaroma di Montesilvano.

“La Federazione è entusiasta della realtà che abbiamo creato in un solo anno di lavoro: la nostra forza è il gruppo, davvero unito, che si è creato – racconta mister Mario Lovo -. Abbiamo scovato tante ragazze interessanti nei campionati udenti di serie A, A2 e C: se devo fare un nome dico Carla Santini, che sembra avere una marcia in più. Ho studiato le avversarie in video, ma solo sul campo potremo misurare il nostro reale valore”.

Il Dt Rocco Cericola è anche interprete Lis, quindi in simbiosi con le atlete ed importante collegamento per il mister. “Abbiamo costruito una squadra diversa, con tanti nuovi innesti che hanno portato qualità ed esperienza, riteniamo di possedere un buon livello tecnico. L’obiettivo? Arrivare nelle prime quattro e soprattutto guadagnare il pass per i prossimi Mondiali”.   

Entusiasta il presidente della Fssi, Guido Zanecchia: “Voglio esprimere il mio orgoglio per questa ennesima sfida che la Fssi si appresta ad affrontare, poiché il Campionato Europeo Sordi di Futsal 2022 rappresenta una delle manifestazioni più grandi ed impegnative nel panorama sportivo del nostro movimento. Alle nostre ragazze ed ai nostri ragazzi chiedo di farci sognare, di dare testimonianza dell’impegno e della determinazione che ci contraddistinguono. Sono sicuro che i nostri atleti sapranno rappresentare degnamente lo spirito del nostro paese e i valori storici che appartengono alla nostra Federazione, contribuendo a diffondere nel mondo un’immagine positiva del movimento e proponendosi come un modello di inclusione e consapevolezza. Desidero ringraziare le Autorità Locali, il Comitato Organizzatore, la LND Divisione Calcio a 5 per la sensibilità e l’impegno che hanno profuso per la realizzazione di questa importante competizione. Senza il loro supporto non sarebbe stato possibile realizzare in momenti storici così complessi un evento così rilevante”.

Il consigliere nazionale FSSI, Massimiliano Bucca sottolinea il triplice valore di questa manifestazione: “Oltre al livello sportivo, ci sono anche un aspetto turistico e sociale. I nostri ragazzi potranno giocare su campi che hanno solo sognato finora e – in fondo – hanno solo bisogno di un’opportunità per dimostrare il loro talento. Grazie alle istituzioni locali per l’accoglienza che ci hanno riservato.”

Il Direttore Tecnico del Futsal EDSO Carlo Melfi: “Un onore per noi la collaborazione con la UEFA che ci ha inviato sei dei loro arbitri internazionali. Siamo molto soddisfatti dell’organizzazione. L’Italia farà bella figura.”

Interessante la collaborazione con la LND Abruzzo, rappresentata in conferenza dal vice presidente Walter Pili: “Siamo sempre stati focalizzati sul sociale e abbiamo investito moltissimo su questo aspetto sin dal nostro insediamento. Abbiamo inserito la quarta categoria come elemento nel nostro Comitato Regionale Abruzzo promuovendo questo progetto. Invito tutte le squadre a seguire gli Europei sordi.”

La manifestazione è organizzata dal Comitato Organizzatore Locale, delegato dalla FSSI (Federazione Sport Sordi Italia) sotto l’egida di EDSO (European Deaf Sports Organisation). In collaborazione con LND Abruzzo (Lega Nazionale Dilettanti), Regione Abruzzo, Comune di Montesilvano e Comune di Città Sant’Angelo.

I partner che supportano l’organizzazione dell’Europeo di Futsal sordi 2022: