fbpx
Fonte immagine: profilo Twitter Athletic Bilbao

Athletic Bilbao due volte in finale in Copa del Rey, il 3 e 17 aprile. No, cari lettori, non vi stiamo propinando l’ennesimo pesce d’aprile. I biancorossi, infatti, sabato scenderanno in campo nel derby basco contro la Real Sociedad, per la finale dell’edizione 2019/2020. Per poi sfidare il Barcellona nell’edizione della presente annata, una curiosa coincidenza che parte da lontano.

Copa del Rey, una finale in pandemia

Il 4 e 5 marzo 2020, Athletic e Real approdano in finale, dopo aver eliminato rispettivamente le sorprese Granada e Mirandés, militante in Segunda División. Pochi giorni dopo, sebbene con un po’ di ritardo rispetto all’Italia, lo scoppio della pandemia e gara rinviata a data da destinarsi, come tutto il mondo del pallone. Ci si interroga, a bocce, ferme, se lo spettacolo del calcio potrà mai riprendere. Qualche mese dopo, si decide di concludere da dove si era terminato: Champions, Europa League e Liga, tra gli altri, concludono la stagione in piena estate. Il derby tra San Sebastián e Bilbao, però, è troppo sentito, un vero peccato giocarlo senza spettatori. LA RFEF, dunque, accoglie le richieste e decide di rinviare all’anno successivo la gara, nella speranza di poter tornare ad accogliere pubblico. Unica condizione: giocarla almeno due settimane prima della finale del 2020/2021.

A una stagione di distanza, però, poco o nulla è cambiato. L’atto conclusivo, dunque, si terrà il sabato di Pasqua, con gli spalti dell’Estadio de la Cartuja di Siviglia ancora desolatamente spogli. Ci vorrà tutto l’agonismo a disposizione per poter giocare una gara sentitissima al meglio, soprattutto per le ambizioni delle compagini in campo. I Leoni di Marcelino, infatti, con 23 trofei, sono al secondo posto nel palmares dietro al Barcellona, con l’ultimo successo, però, tenutosi nel 1984. Il miglior marcatore della competizione, tra il 1939 e il 1957, è la leggenda Telmo Zarra, 81 marcature, 251 sigilli in campionato con la maglia dell’Athletic. Dall’altra parte la Sociedad di Romanol Alguacil, con i talenti Isak e Oyarzabal in vetta di lancio. Per loro, solo due vittorie di coppa, di cui l’ultima nel 1984: può arrivare il momento di tornare a splendere, dopo anni di complicata ricostruzione.

Athletic Bilbao-Barcellona

Dessert? Macché, il 17 arriva anche il digestivo, la riedizione di Supercopa tra Athletic e Barcellona. I baschi, dopo aver trionfato ai calci di rigori, vogliono giocare un altro scherzetto ai Blaugrana, mai come oggi in crisi d’identità e societaria. D’altro canto, però, la squadra di Ronald Koeman ha già lasciato la strada della Champions League, in favore del PSG, e vuole portare in cassaforte il primo trofeo stagionale. La sfida, poi, sarà di grande interesse anche per altre motivazioni. Innanzitutto, è la contesa tra i club più titolati di Copa del Rey, 30 per i catalani contro i 23 dei baschi, come affermato in precedenza. Le contendenti, inoltre, hanno accolto tra i pali il portiere più presente del torneo, Andoni Zubizarreta (104).

Gli esterofili sono avvisati, il calcio spagnolo raddoppia.

 

Di Luca Ripari

Sono Luca Ripari, ho 26 anni e provengo da Perugia. Nel giugno 2019 mi sono laureato in Mediazione Linguistica, in inglese e spagnolo. Ho una grande passione per il calcio, tanto da aver dedicato la mia tesi finale a questo argomento, lo sport interconnesso con società e cultura. Ho iniziato a collaborare con alcune testate e anche la radiocronaca mi appassiona. Mi piace scrivere, raccontare di calcio, viaggiare e leggere.