fbpx
Entellafonte: sito ufficiale Virtus Entella

Una Lega Pro, quella di quest’anno, piena di “nobili decadute”, con tante squadre che un tempo militavano nella massima serie ed ora si contendono (non tutte) le zone alte dei vari gironi della Serie C. Bari, Catanzaro, Padova, Triestina, Piacenza, tra le altre. Solo il girone B annovera compagini come Reggiana, Modena, Cesena, Pescara e Ancona.

ENTELLA, SIENA E LA LOTTA PER I PLAYOFF

Una di queste squadre che in un tempo, poi non tanto lontano in realtà, calcavano i campi della nostra Serie A, è certamente il Siena, che, proprio in occasione della 27esima giornata del campionato, fa visita allo Stadio Comunale di Chiavari, per affrontare la Virtus Entella.

La formazione di casa è, attualmente, al quarto posto in classifica, in piena zona playoff, ma piuttosto lontana dalle due formazioni di testa, Reggiana e Modena, che si danno battaglia dall’inizio del torneo. I biancocelesti cercano di restare comunque nella scia del Cesena, attualmente in terza posizione.

La squadra toscana, invece, nonostante annoveri calciatori con un discreto passato come Ardemagni, al centro dell’attacco bianconero, e Paloschi, quest’oggi in panchina pronto a subentrare, è molto distante dalle prime posizioni, ed è assestata in centro classifica, ma comunque ancora in lotta per i playoff.

L’ENTELLA DI VOLPE IMPONE IL PROPRIO GIOCO

Fin dalle prima battute del match la Virtus Entella di mister Volpe cerca di imporre il proprio gioco, con il giovane Lipani, in mezzo al campo, e Merkaj, sul fronte offensivo, che risultano spesso al centro della manovra.

Dopo appena 10 minuti di gioco ecco che la squadra di casa si porta in vantaggio grazie ad una bellissima rete di Schenetti, bravo ad insaccare dopo un’ottima ripartenza e di una bella apertura proprio di Merkaj sulla sinistra, verso il suo compagno. Pochi istanti più tardi il Siena trova subito il gol del pareggio dopo un’indecisione difensiva, ma l’arbitro annulla per fuorigioco su segnalazione del suo collaboratore di gara.

Alla mezz’ora arriva il raddoppio della formazione biancoceleste. Il cross dalla destra di Coppolaro viene deviato di testa, al centro dell’area, da Merkaj e respinto dall’estremo difensore senese Lanni, ma sulla sfera è lestissimo ad arrivare Magrassi, che insacca quasi indisturbato.

Qualche minuto più tardi azione travolgente di Magrassi, che ruba palla a centrocampo e si invola sulla destra, superando il suo diretto avversario, ma il suo cross rasoterra e teso non trova nessun compagno. L’azione, però, non finisce qui e Merakj, ancora lui, si ritrova il pallone tra i piedi ed effettua un nuovo cross, pennellato, per Schenetti, che segna di testa il suo secondo gol della serata. Tre a zero e pratica che sembra definitivamente chiusa già nel primo tempo.

IL SIENA ACCORCIA SU CALCIO DI RIGORE

Al 44′ della prima frazione di gioco, però, l’arbitro concede un calcio di rigore – piuttosto dubbio in realtà – al Siena, per un presunto atterramento di Ardemagni da parte di Coppolaro, che viene anche ammonito. A trasformare il penalty è Guberti (ex Sampdoria e Roma, tra le altre), tirando la sfera alta, alla sinistra del portiere avversario, ed insaccando dopo aver impattato l’incrocio dei pali.

I bianconeri, nel secondo tempo, grazie anche alla rete segnata, provano ad entrare in campo con un altro piglio, ma l’Entella sembra amministrare benissimo il risultato, senza sbavature e pronta alla ripartenza. Inizia la girandola delle sostituzioni e per la squadra di casa entrano diversi prospetti interessanti, come Rada e Meazzi. Sul fronte bianconero spazio, tra gli altri, anche per Paloschi, e l’allenatore del Siena, Padalino, prova a cambiare modulo di gioco, optando per un 4-3-3 molto offensivo. Ma la situazione non cambia e al 36′ del secondo tempo la Virtus Entella ha addirittura l’occasione per portare a quattro il proprio bottino di gol, ma Magrassi, insinuatosi perfettamente in area, si vede deviare il pallone da Lanni in calcio d’angolo.

ENTELLA E SIENA, LA SITUAZIONE IN CLASSIFICA

Il risultato finale, dopo i 4 minuti di recupero concessi dal direttore di gara, è dunque di 3 a 1 per la Virtus Entella, che con questo risultato sale a quota 49 punti, ad appena 2 lunghezze dal Cesena, in terza posizione. Il Siena, invece, a seguito dell’undicesima sconfitta rimediata in campionato, resta al nono posto, a quota 34, a pari punti con il Gubbio, ma ancora in piena zona playoff.

IL TABELLINO

VIRTUS ENTELLA – SIENA 3-1 (3-1 fine primo tempo)

VIRTUS ENTELLA (4-3-1-2): Borra; Coppolaro, Pellizzer, Chiosa, Pavic; Palmieri (12’st Rada), Lipani (27’st Di Cosmo), Karic; Schenetti (27’st Meazzi); Merkaj (42’st Sadiki), Magrassi (42’st Morra). Panchina: Siaulys, Barlocco, Alesso, Dessena, Silvestre, Lescano. Allenatore Volpe.

SIENA (3-5-2): Lanni; Crescenzi (18’st Fabbro), Terzi, Terigi; Mora, Cardoselli, Pezzella (18’st Guillaumier), Bianchi (32’st Meli), Favalli; Ardemagni (27’st Paloschi), Guberti (18’st Caccavallo). Panchina: Mataloni, Bastianello, Dumbravanu, Farcas, Disanto, Bani, Laverone. Allenatore Padalino.

Arbitro: Scarpa di Collegno (Collu-Bianchini).

Reti: 11’pt e 37’pt Schenetti, 30’pt Magrassi, 46’pt Guberti (rig.).

Note: ammoniti: Coppolaro, Pellizzer, Bianchi, Terzi, Meazzi, Caccavallo. Recuperi: 1 e 4.

 

Di Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Direttore Responsabile de "Il Calcio Quotidiano"