fbpx
italia

Dopo otto anni la nazionale ritorna a Bari, l’ultima sfida nel capoluogo pugliese è datata primo settembre 2016, quando gli azzurri, guidati da Gian Piero Ventura, affrontarono la Francia in amichevole. Molta attesa a Bari per il ritorno degli azzurri, in un sabato sera dalla temperatura mite e gradevole, al San Nicola è tutto esaurito con oltre 56 000 spettatori carichi di tanto entusiasmo, per spingere la nazionale verso Euro 2024. In campo gli Azzurri partono subito con il piede sull’acceleratore, passano solo due minuti dal fischio d’inizio, la retroguardia maltese allontana malamente un pallone, Locatelli al limite dell’area di rigore lo recupera e calcia, ma la conclusione termina sul fondo; al 4’ ancora in avanti gli azzurri, questa volta dagli sviluppi di un calcio d’angolo, Mancini conclude di testa ma la sfera sbatte sulla trasversa ed esce fuori; al 22’ si sblocca il risultato: Kean avanza in area dalla sinistra, serve a due passi Buonaventura che è lesto a calciare, la palla finisce in rete e l’Italia passa in vantaggio, con l’ovazione generale del pubblico presente per la squadra di Spalletti; al 46’, nel primo dei tre minuti di recupero, l’Italia riesce a raddoppiare: all’interno dell’area Barella serve Berardi che con un sinistro velenoso supera l’estremo difensore Bonello e fissa il risultato sul 2-0. Gli azzurri anche all’inizio del secondo tempo si propongono già in maniera arrembante: passano appena due minuti e Kean entra dalla sinistra in area di rigore, serve Raspadori che calcia ma la palla viene deviata e sfila fuori; al 61’ un disimpegno errato di Bonello per poco non regala il gol a Raspadori, l’intervento della difesa maltese risulta provvidenziale, allontanando la sfera e deviandola in corner; al 63’ ancora Raspadori è rapido a penetrare in area dalla sinistra, serve Kean che non riesce a controllare il passaggio, la palla viene sfruttata da Berardi che con un bel rasoterra dai dieci metri insacca in rete e firma la doppietta, avanzando il punteggio sul 3-0; nei minuti successivi nulla da segnalare, salvo qualche bella giocata da parte di Orsolini, subentrato allo stesso Berardi a circa metà della ripresa; quando la gara sembra oramai giunta al termine, nell’ultimo dei tre minuti di recupero, stessa quantità di minuti assegnata tra l’altro pure nel primo tempo, Frattesi è bravo sia a farsi largo tra i difensori ospiti che a concludere in porta da fuori area e consolidare il punteggio sul 4-0. Con questa vittoria l’Italia si porta a dieci punti, assieme all’Ucraina, nel Gruppo C in attesa della prossima sfida a Wembley martedì prossimo (17 ottobre).

ITALIA-MALTA 4-0 (pt 2-0)

ITALIA (4-3-3): Donnarumma, Darmian, Mancini, Bastoni, Dimarco (79′ Udogie), Barella (65′ Frattesi), Locatelli, Bonaventura (87′ Biraghi), Berardi (65′ Orsolini), Raspadori, Kean (79′ Scamacca). Ct. Spalletti.

MALTA (3-5-2): Bonello, Apap, Pepe, Z. Muscat, J. Mbong (66′ Attard), Yankam (84′ Nwoko), Guillaumier, Kristensen (66′ N. Muscat), Camenzuli, P. Mbong (84′ Paiber), Montebello (55′ Satariano). Ct. Marcolini.

Arbitro: Strukan (Croazia)

Ammoniti: P. Mbong (M), Yankam (M), Apap (M)

 

articolo a cura di Federico Longo