fbpx
Foto ©️7oz. Photo Agency - Ripr. Vietata

Il corto muso di Allegri sbarca anche a Perugia. L’ultimo successo sul Vicenza per 1-0, infatti, ha certificato una certa tendenza a vincere con il minimo scarto. Questione di pragmatismo e lucidità. Massimiliano Alvini, arrivato tra lo scetticismo generale, sta portando risultati con il minimo sforzo: fin qui, è accaduto in 4 occasioni.

Perugia, la tattica di Alvini

L’ex Reggina sembra avere un’intenzione tattica alquanto chiara per il Grifo: bloccare le fonti di gioco dell’avversario. Una sorta di cholismo umbro. Prendiamo ad esempio Perugia-Brescia del 16 ottobre, gara vinta per 1-0. Un 3-4-1-2 molto compatto non ha permesso ai migliori uomini di fantasia di Pippo Inzaghi di sviluppare il proprio gioco. Palacio e Jagiello sono stati spesso costretti ad allargarsi, perdendo efficacia sotto porta. Maglie poi serratissime in mezzo al campo e una pressione costante, che hanno consentito di guadagnarsi un rigore decisivo ai termini del punteggio finale. Le Rondinelle hanno concluso con appena 5 tiri, di cui solamente uno diretto verso lo specchio di Chichizola.

Un altro chiaro esempio di questa tendenza è stata sfida Perugia-Cittadella. L’estro offensivo di Baldini, principale fonte di gioco per i padovani, è stata fondamentalmente disinnescata dall’opposizione di una retroguardia molto attenta. Un lungo possesso palla, ma spesso fine a sé stesso, in quanto la porta del Perugia si faceva sempre più piccola, specie nella prima frazione. Nel secondo tempo, invece, la contesa si è aperta e entrambe le compagini hanno dato maggiore sfogo al proprio gioco. 1-1 il risultato finale. Un dato eloquente: la difesa biancorossa è la meno perforata in Serie B, assieme a Lecce, Monza, Cremonese e Frosinone. Niente male per una neopromossa, a prescindere dal solo anno di permanenza in C.

I risultati di corto muso

Si inizia già alla prima giornata, con il successo esterno sul campo del derelitto Pordenone. 0-1 grazie alla rete siglata da Jacopo Murano, al primo centro in assoluto in cadetteria. Oltre alla già menzionata vittoria sui lombardi, il 1° novembre è arrivato l’1-2 sulla SPAL, grazie all’incursione del centrale difensivo Marcos Curado e al solito De Luca dal dischetto. Ultimi, ma non meno importanti, i tre punti sul Vicenza, anche stavolta marchiati dal bomber ex Virtus Entella. Ora l’insidiosa trasferta di Parma e poi l’attesissimo derby con la Ternana. Altri risultati in arrivo da corto muso?

Di Luca Ripari

Sono Luca Ripari, ho 26 anni e provengo da Perugia. Nel giugno 2019 mi sono laureato in Mediazione Linguistica, in inglese e spagnolo. Ho una grande passione per il calcio, tanto da aver dedicato la mia tesi finale a questo argomento, lo sport interconnesso con società e cultura. Ho iniziato a collaborare con alcune testate e anche la radiocronaca mi appassiona. Mi piace scrivere, raccontare di calcio, viaggiare e leggere.