fbpx
reggiana

La rete del vantaggio degli ospiti arriva al minuto 22 quando Pieragnolo penetra sulla fascia sinistra e crossa bene all’interno dell’area di rigore, Fiamozzi è bravo a recuperare al volo la sfera e concludere in rete; al 34’ la Reggiana è ancora pericolosa con un tiro rasoterra che sfila di poco alla destra dello specchio. Durante il secondo tempo i padroni di casa cercano di reagire allo svantaggio, ma le azione ad opera dei ragazzi di mister Marino sono al quanto confuse e le conclusioni risultano imprecise, come quando al 55’ Ricci è bravo a entrare in area ma serve Kallon che calcia ampiamente alto; al 83’ la Reggiana trova anche la rete del raddoppio: Bianco recupera un buon pallone a centrocampo, si fionda verso l’area di rigore e con un preciso rasoterra angolato, dal limite dell’area di rigore, beffa Brenno e sigla la rete del raddoppio; l’ultima azione della gara è ad opera del Bari, quando Lulic in pieno recupero calcia da lontano, ma l’estremo difensore ospite è in grado di neutralizzare la conclusione.

BARI: Brenno, Dorval, Matino, Vicari, Ricci, Maita (62′ Ménez), Benali, Edjouma (81′ Achik), Kallon (90′ Lulic), Puscas (62′ Nasti), Sibilli. A disposizione: Pellegrini, Pissardo, Bellomo, Astrologo, Zuzek, Pucino, Acampora, Morachioli. Allenatore: Marino

REGGIANA: Bardi, Sampirisi, Rozzio, Marcandalli, Fiamozzi (68′ Nardi), Crnigoj, Bianco, Pieragnolo (59′ Libutti), Antiste, Melegoni (94’ Szyminski), Gondo (67′ Varela). A disposizone: Sposito, Satalino, Blanco. Allenatore: Nesta

Arbitro: Di Marco (sez. Ciampino); Assistenti: Fontani- Galimberti; Quarto uomo: Zanotti; VAR: Meraviglia AVAR: Cosso

Note: pomeriggio tipicamente dal clima invernale, spettatori 16.030 spettatori (8.809 abbonati; 403 tifosi ospiti).

A cura di Federico Longo