fbpx
Quagliarella

Non poteva esserci ritorno tra i titolari migliore per Fabio Quagliarella, che con la sua doppietta porta alla vittoria la Sampdoria contro l’Empoli e raggiunge quota 100 reti con la maglia blucerchiata.

LE DUE RETI DI FABIO QUAGLIARELLA

Due gol, per altro, di pregevole fattura. Il primo, che rompe un digiuno che durava da oltre 130 giorni, è un diagonale velenoso da posizione abbastanza defilata, che passa anche tra le gambe di un difensore avversario e si insacca alle spalle di Vicario, capitalizzando ciò che la Sampdoria stava facendo di buono in quei primi 15 minuti dio gioco; il secondo, alla mezz’ora, da posizione leggermente più centrale, su assist di Bereszynski, l’attaccante controlla e tira in porta e l’estremo difensore dell’Empoli non trattiene. Pratica chiusa e tripla cifra per Quagliarella, che con queste reti inscrive il suo nome nel tabellino dei marcatori della Serie A per il 18esimo anno solare consecutivo (dal 2005 al 2022).

LA SAMPDORIA DI GIAMPAOLO

La formazione di Giampaolo, seppur rimaneggiata e priva di giocatori come Sensi e Gabbiani, ha affrontato la sfida con il piglio giusto, nonostante un brivido iniziale, quando la retroguardia blucerchiata si è fatta trovare fuori posizione e l’Empoli vanifica con un tiro poco preciso di Zurkwoski. Da quel momento in poi, però, soprattutto nella prima frazione di gara, la squadra ligure è sembrata in perfetto controllo della gara, segnando due reti e arginando la reazione della formazione di Aurelio Andreazzoli. Una reazione che si è fatta certamente più veemente nel secondo tempo, ma che non ha comunque prodotto i risultati sperati, grazie alla chiusure difensive dei doriani e ad un paio di interventi di Falcone, che conferma ulteriormente i motivi per cui il neo allenatore della Sampdoria ha inteso puntare su di lui.

L’EMPOLI DI ANDREAZZOLI

Sul fronte opposto, l’Empoli è apparso piuttosto disordinato e disattento, soprattutto dal punto di vista offensivo. Cutrone non era assolutamente in una delle sue giornate migliori, ma anche i suoi compagni di reparto non sono stati da meno. Su i due gol, la difesa toscana è apparsa debole ed in ritardo sulle conclusioni di Quagliarella, con l’estremo difensore Vicario parecchio colpevole sul raddoppio blucerchiato. Sempre interessante l’apporto di Zurkwoski e Bajrami, ma non è ovviamente bastato e l’Empoli continua a rimanere senza aver conseguito alcuna vittoria in questi primi due mesi del 2022.

LA SITUAZIONE IN CLASSIFICA

Dopo questa vittoria, la Sampdoria compie un decisivo balzo in avanti, raggiungendo i 26 punti e provando ad allontanarsi definitivamente dalle zone basse della classifica. L’Empoli, invece, resta a quota 31, incassando il 50esimo gol in questa Serie A (la seconda peggior difesa del torneo attualmente) ed evidenziando delle lacune che non si erano assolutamente viste nella prima parte di stagione: urge intervenire in qualche modo, se non si vuole rischiare di vanificare quanto di buono fatto nel girone di andata

IL TABELLINO: 2 GOL DI QUAGLIARELLA, GLI ASSIST DI CANDREVA E BERESZYNSKI

Sampdoria – Empoli: 2-0 (primo tempo 2-0)

Sampdoria (4-3-1-2): Falcone; Bereszynski, Colley, Ferrari, Murru (23’ s.t. Augello); Candreva, Ekdal (40’ s.t. Vieira), Thorsby; Sabiri (23’ s.t. Rincon); Caputo, Quagliarella (15’ s.t. Conti). All. Giampaolo.

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, Romagnoli, Viti, Parisi (32’ s.t. Cacace); Benassi (17’ s.t. Henderson), Asllani, Zurkowski (17’ s.t. Bandinelli); Bajrami (29’ s.t. Di Francesco); Pinamonti, Cutrone (17’ s.t. La Mantia). All. Andreazzoli.

Marcatori: 14’ p.t., 29’ p.t. Quagliarella (S).
Assist: 14’ p.t. Candreva (S), 29’ p.t. Bereszynski (S)

Arbitro: Antonio Rapuano della sezione di Rimini.

Ammoniti  : 31’ p.t. Bajrami (E), 42’ p.t. Bereszynski (S), 43’ p.t. Asllani (E), 44’ p.t. Ekdal (S), 20’ s.t. Candreva (S), 29’ s.t. Conti (S)

 

Di Daniele Caroleo

Giornalista pubblicista. Direttore Responsabile de "Il Calcio Quotidiano"