fbpx
Torino

L’evento del Comitato regionale Piemonte – Valle d’Aosta della LND andrà in scena domenica 27 novembre alla Nuvola Lavazza di Torino. Il CR guidato dal presidente Foschia è pronto a diventare pioniere di un’iniziativa che potrà diventare appuntamento fisso per tutto il movimento dilettantistico giovanile nazionale.

Roma, 25 novembre 2022 – Il Comitato regionale Piemonte – Valle d’Aosta della LND accende i riflettori su una delle dimensioni più importanti del calcio dilettantistico, soprattutto giovanile. Parliamo del ruolo sociale rivestito dal calcio all’interno di qualsiasi comunità, frutto dell’impegno di tecnici, dirigenti, presidenti e volontari che operano nel settore e, per celebrarlo nel migliore dei modi, è stato istituito un nuovo riconoscimento: il “Golden Hearts – Campioni nel cuore”.

“L’obiettivo – spiega il numero uno del calcio dilettantistico piemontese Mauro Foschiaè far emergere il grande valore sociale che le Società generano nei propri territori anche grazie alla virtuosa sinergia con le Amministrazioni comunali e le Fondazioni bancarie, sempre più sensibili verso questa funzione educativa e inclusiva”.

L’appuntamento è fissato per domenica prossima 27 novembre, alle ore 21, nella splendida Nuvola Lavazza a Torino. L’occasione permetterà di conoscere le tante storie di chi ogni giorno si prende cura del nostro calcio attraverso gesti di fair play, solidarietà e inclusione. Una selezione di esperienze tra le oltre 600 pervenute al Comitato da parte delle Società piemontesi. Tra i tanti ospiti illustri che saranno presenti in platea spiccano i nomi dei presidenti Gabriele Gravina della FIGC, Giancarlo Abete della Lega Nazionale Dilettanti e di Francesco Ghirelli, Lega Pro. Insieme ai presidenti citati e ai tanti altri dirigenti del panorama calcistico nazionale, non mancheranno quelli degli altri Comitati regionali della LND come desiderato da Foschia. “Sono molto felice che i colleghi degli altri comitati abbiano accettato l’invito. Mi piacerebbe – ha aggiunto Foschia – che questo format venisse riproposto un po’ in tutta Italia per insistere sul ruolo e il valore sociale delle Società sportive”.